Il castello di Otranto

Manfredi è l’attuale principe della signoria di Otranto, sulla quale grava una strana profezia: Il castello e la signoria d’Otranto sarebbero venuti a mancare all’attuale famiglia, quando l’autentico possessore fosse diventato troppo grande per abitarvi.

Manfredi crede che l’avanzare della sua età sia un grave pregiudizio per i suoi possedimenti e così aspetta con ansia il giorno del matrimonio dell’unico figlio maschio per assicurare un principe giovane a Otranto ed evitare che la profezia si avveri.

Ma non si può lottare contro una profezia…

Corrado, il figlio di Manfredi, muore a seguito di un incidente inspiegabile e non ci sono più giovani eredi che possano prendere il suo posto. Così il principe si fa prendere dal panico: deve assolutamente trovare una soluzione! Decide, quindi, di ripudiare la moglie e di sposare la promessa sposa del figlio, così da potersi assicurare al più presto un erede maschio. La giovane promessa sposa, sconvolta, fugge dal castello trovando rifugio tra le mura del vicino monastero e la protezione di Padre Girolamo.

A questo punto, al castello, si scatena una spasmodica ricerca della giovane donna che culmina con l’arrivo del padre naturale e in una serie di eventi che conducono alla scoperta della verità sul legittimo erede al principato…

COSA NE PENSO IO:

Il castello di Otranto è il primo romanzo gotico della storia e, forse per questo, un po’ troppo ingarbugliato nella trama ed eccessivamente “magico”.

Non mi ha conquistata per niente.

VALUTAZIONE: 4/10

L’ultimo uomo buono

uomoUn poliziotto italiano, che svolge il suo servizio a Venezia, sta indagando, senza informarne i superiori, su una serie di strane morti avvenute in zone diverse del mondo, ma legate da uno strano marchio sulla schiena.

Facendo varie ipotesi, la più plausibile gli sembra l’esistenza di un assassino che uccide e marchia le sue vittime, scegliendole in città che sono distanti tra loro per lo stesso numero di Km. Secondo tale teoria, la prossima vittima sarà a Copenaghen.

Riesce a fare la segnalazione alle autorità locali, ma viene accusato di aver indagato per conto proprio, sospettato di essere vittima di un esaurimento nervoso e allontanato dal servizio a tempo indeterminato.

Intanto a Copenaghen il compito di chiarire questa stramba questione è affidato a Niels, un negoziatore della polizia.

Niels non crede all’ipotesi formulata dal collega italiano, ma, indagando meglio, comincia a prendere sul serio la situazione.

Scopre, infatti, che, secondo la religione, per ogni generazione esistono 36 giusti sulla Terra che assicurano la continuità della vita sul Pianeta.

Grazie all’aiuto di una astronoma, si riesce ad individuare lo schema seguito dal killer e che sono rimasti in vita solo gli ultimi due giusti….Poi uno soltanto.

Incomincia una caccia all’uomo e una corsa contro il tempo….

COSA NE PENSO IO:

Un thriller appassionante che trova origine in una leggenda scritta nel libro dei Proverbi. La trama, con questo mix di giallo e mistero religioso, è parecchio intrigante.

Ma il colpo di scena è in agguato. Sicuro che si tratti di un killer?

VALUTAZIONE: 7/10

Dracula

draculaIl giovane avvocato Jonathan Harker si reca in Transilvania al castello del Conte Dracula per riferire del lavoro svolto per lui e inerente all’acquisto di una casa in Inghilterra.

Il viaggio si presenta alquanto misterioso; diverse persone cercano di convincere Jonathan a ritardare l’arrivo al castello, altre addirittura si fanno il segno della croce appena saputa la sua destinazione ed altri ancora gli fanno dei piccoli regali, tra cui aglio e crocifissi, contribuendo in questo modo, a rendere Jonathan piuttosto inquieto e perplesso.

L’arrivo al castello non è meno curioso del viaggio: il Conte appare subito un uomo inusuale e la sua casa, per quanto enorme, sembra completamente disabitata. Il resoconto dei giorni trascorsi insieme al Conte viene immediatamente appuntato su un diario personale, nel quale Jonathan  racconta tutte le stranezze rilevate e le crescenti inquietudini alla sua promessa sposa, Mina.

Ben presto i sospetti di Jonathan diventano realtà: il conte non è una persona come le altre, ma è una strana creatura che vive nella cripta del castello e si nutre di sangue umano. Jonathan è sconvolto da questa verità e si ritrova al limite della follia.

Intanto in Inghilterra Mina attende l’arrivo del suo promesso sposo, ma comincia a temere che gli sia successo qualcosa di grave. A questa inquietudine si aggiunge la preoccupazione per la sua amica, Lucy, che sembra deperire di istante in istante.

Mentre Mina parte per raggiungere Jonathan, Lucy è affidata alle cure di due importanti medici, Seward e Van Helsing. Nonostante tutti gli sforzi dei due medici, le trasfusioni attuate e l’intuizione della verità da parte di Van Helsing, la giovane non riesce a sopravvivere.

Ma il vecchio medico ha capito bene che Lucy è diventata un vampiro, che è entrata a far parte del regno dei Non-Morti e che non troverà pace finchè il suo corpo non verrà distrutto. Ed è così che comincia una lunga caccia al vampiro che si concluderà in Transilvania, lo stesso luogo da cui egli era andato via dentro una cassa di legno…

COSA NE PENSO IO:

Una storia intrigante al limite tra regno di vivi e regno dei morti, che non credevo mi avrebbe conquistata facilmente.

Invece mi sono dovuta ricredere già dai primi capitoli.

Penso che la parte migliore, quella che coinvolge pienamente e fa partecipare con le emozioni il lettore, sia la prima parte, quella in cui il protagonista assoluto è Jonathan Harker alle prese con una sconvolgente e delirante verità.

Unica pecca è la lunghezza eccessiva della caccia al Conte. Dopo la morte di Lucy, mi pare che ci sia un calo notevole di ritmo, tutto si svolge in modo molto rallentato e, a tratti, noioso.

Nell’insieme comunque è un ottimo libro.

VALUTAZIONE:9/10

Pianoforte vendesi

pianoforteE’ la notte dell’Epifania e alla stazione di Bellano un uomo scende dal treno e si incammina per le strade della città.

Chi è l’uomo? Il suo soprannome è “Il Pianista”, poichè è un ladro dalle mani veloci e agili come quelle di un pianista di professione.

Attratto dai festeggiamenti e, di conseguenza dalle alte possibilità di ottenere fortuna nel suo “lavoro”, giunge in città in una notte particolare, durante la quale gli spiriti dei morti si mescolano ai vivi.

Avrà pertanto un incontro particolare….

COSA NE PENSO IO:

Si tratta di un breve romanzo, scorrevole che si legge in una giornata. Io l’ho letto molto volentieri e l’ho trovato molto carino.

Sarà perchè in questo momento sono sensibile all’argomento, ma mi è piaciuta e mi ha, in un certo qual modo rasserenato, l’idea che esistano delle notti in cui gli spiriti dei defunti tornino tra i vivi.

VALUTAZIONE: 7/10

Zorro. L’inizio della leggenda

zorroNell’800 in California, colonia spagnola, vive Alejandro de la Vega.

Durante un assalto degli indios alla missione cristiana gestita da padre Mendoza, Alejandro conosce e si prende cura di una bellissima india ferita durante i combattimenti e se ne innamora follemente. Grazie all’intervento del governatore, la donna viene educata, trasformata in una perfetta europea e le viene attribuito il nome di Regina, destinato a sostituire il suo complicatissimo nome indio.

A quel punto Alejandro può sposare la donna e, dalla loro unione, nasce il piccolo Diego.

Diego è profondamente legato al suo coetaneo indio Bernardo, nato nella sua stessa casa e a pochi giorni di distanza, tanto da considerarlo suo fratello di latte. I due rimangono profondamente legati anche dopo l’assassinio della madre di Bernardo e il suo conseguente mutismo a causa del trauma subito. Ciò non impedisce ai due di comunicare…

Quando Diego è abbastanza grande, viene mandato dal padre in Spagna per proseguire gli studi. In città viene accolto nella famiglia di Tomàs de Romeu, costituita dallo stesso Tomàs, dalla governante Nuria e da due giovani ragazze, Juliana e Isabel.

Diego è conquistato dalla bellissima Juliana e non esita ad aiutare le due ragazze quando il loro padre è arrestato e poi ucciso. Con loro intraprende il movimentato viaggio di ritorno in California.

Ma nella sua città natale le cose sono molto cambiate ed è lì che Diego, travestito da Zorro, lotterà contro le ingiustizie dei colonizzatori crudeli e corrotti.

COSA NE PENSO IO:

Beh, sicuramente non è il mio genere di letture preferito, ma il libro è scorrevole e si legge volentieri e abbastanza in fretta.

E poi la Allende, secondo il mio giudizio, sarebbe in grado di rendere appassionante e godibile anche la lettura di una semplice lista della spesa.

:mrgreen:

VALUTAZIONE: 7/10

Rip Van Winkle

ripRip Van Winkle è il marito di una donna dal carattere forte, una donna che gli muove continui rimproveri.

Un giorno Rip decide di andare a caccia insieme al fedele cane, ma durante il tragitto incontra degli strani ometti che gli offrono un bicchiere di gin. Dopo aver bevuto in abbondanza, Rip decide di riposarsi un po’ all’ombra di un albero.

Ma al suo risveglio sono passati più di 20 anni….

COSA NE PENSO IO:

Si tratta di un breve racconto caratterizzato da elementi magici e misteriosi che, senz’altro, desta la curiosità nel lettore.

Lettura piacevole.

VALUTAZIONE: 6/10

La leggenda di Sleepy Hollow

sleepyNei pressi del fiume Hudson c’è una valle in cui si narrano varie leggende. Lì vive un maestro, Ichabod Crane, il quale è innamorato di una ricca e bella fanciulla. O forse è interessato solo al suo patrimonio…

Qualunque sia la verità, il suo obiettivo è quello di conquistare il cuore della giovane e, a tale scopo, ne frequenta spesso l’abitazione. Ma c’è un altro pretendente con cui fare i conti! E soprattutto, c’è il mistero del cavaliere senza testa, che circola di notte nella valle, con cui fare un incontro inusuale….

COSA NE PENSO IO:

Un racconto piacevole ambientato in un luogo e in un tempo lontani.

Un racconto dal finale spassoso!

VALUTAZIONE: 7/10