L’occhio del lupo

occhioUn lupo è chiuso in una gabbia all’interno di uno zoo. Sta lì, solitario e triste a trascorrere le sue grigie giornate, quando un bambino inizia a sostare davanti alla sua gabbia e a fissarlo in continuazione.

Il lupo è diffidente e odia gli uomini, pertanto quest’osservatore sconosciuto lo infastidisce non poco!

Ma il bambino rimane a fissarlo e, siccome il lupo ha un occhio solo, anch’egli chiude il suo occhio mostrando, così, tutta la sua sensibilità.

Il lupo rimane molto colpito dal gesto e comincia a narrargli la sua storia e le sue vicissitudini imputabili principalmente all’uomo.

Anche il bambino ha avuto una vita complicata e narra al lupo i passaggi attraverso le tre Afriche (l’Africa Gialla dei deserti, l’Africa Grigia delle savane e l’Africa Verde delle foreste equatoriali)….

COSA NE PENSO IO:

Anche questo è un libro per ragazzi che mi sono ritrovata a leggere, questa volta, per puro e semplice caso.

La storia è assolutamente deliziosa e la morale è molto importante per crescere bene.

VALUTAZIONE:8/10

Revolutionary Road

revolutionaryQuesta è la storia di April e Frank, due giovani coniugi statunitensi che incarnano il modello della famiglia perfetta: giovani, innamorati e con due figli che completano la loro unione.

Poi però accade qualcosa che tutto rovina: April scopre di essere insoddisfatta, di non amare la vita che conduce in periferia.

Così convince il marito a rivoluzionare tutto, a trasferirsi in Europa lasciando la casa e il lavoro negli States.

All’inizio Frank è titubante, ma poi si lascia convincere dall’entusiasmo della moglie: è deciso, si trasferiranno a Parigi!

Ma April scopre di essere incinta e ciò la mette in crisi: non vuole un altro bambino e non è disposta a  rinunciare al suo nuovo progetto di trasferimento nel vecchio continente.

Frank non è della stessa opinione e comincia, così, un periodo di discussioni, recriminazioni tradimenti e…scoperte interiori.

Quando la calma sembra essere tornata….

COSA NE PENSO IO:

Dopo una partenza un po’ traballante in cui non si capisce dove l’autore voglia andare a parare, la storia decolla e comincia a coinvolgere.

Il lettore è proiettato all’interno della casa in periferia e nella vita di Frank e April, all’interno di quella normalità e serenità che sono solo apparenti, per rimanere coinvolto nel turbine degli eventi che si susseguiranno pian piano e per giungere, infine, agli eventi tragici delle ultime pagine.

Una lettura piacevole, ma qualcosa nella storia non ha funzionato perfettamente.

VALUTAZIONE: 6 e mezzo

L’amore coniugale

amore coniugaleI protagonisti di questo libro di Moravia sono Leda e Silvio.

Lui è un aspirante scrittore molto innamorato della moglie. Adora la sua compagnia e la routine che i due hanno costruito all’interno del proprio matrimonio. Per Silvio l’incontro con Leda è stato fondamentale in quanto ha compreso, per la prima volta nella sua vita, cosa significhi essere innamorato di qualcuno!

Leda è al suo secondo matrimonio. Il primo è fallito miseramente dopo poco tempo e, prima di incontrare Silvio, ha avuto diversi amanti. Ma adesso è una moglie perfetta che, pur di permettere al marito di dedicare tutte le energie alla scrittura del suo primo racconto, rinuncia ad avere con lui rapporti intimi.

Ma, arrivato alla fine del racconto, Silvio si troverà faccia a faccia con due verità che non aveva mai nemmeno lontanamente immaginato. Sarà la fine di tutto o un nuovo inizio?

COSA NE PENSO IO:

Nonostante cerchi sempre di leggere di tutto senza farmi condizionare, devo ammettere di non essermi mai accostata prima d’ora alla lettura delle opere di questo autore. Chissà perchè ero convinta che mi sarei trovata di fronte a qualcosa di difficile comprensione che richiedesse parecchia applicazione!

E invece mi sono ritrovata a leggere una bella storia che si conclude con l’intima conoscenza di sé e della persona amata.

La scrittura è scorrevolissima, nonostante la presenza di vocaboli ricercati che arricchiscono la narrazione.

VALUTAZIONE: 9/10