I miserabili

Chiudiamo l’anno in bellezza

Ricchissima di personaggi buoni e cattivi quest’opera immensa, da tutti i punti di vista, di Hugo!
Si inizia facendo la conoscenza di Monsignor Bienvenu, vescovo di Digne, uomo di religione, assolutamente onesto e retto che si nutre di meditazione e regala tutto ai poveri.
I destini di Monsignor Bienvenu e del giovane ergastolano Jean Valjean si incrociano improvvisamente e così profondamente, da lasciare un segno indelebile nell’anima del ragazzo così sconvolto dalla povertà, dai dolori e dagli affanni.
Assistiamo, quindi, alla trasformazione di Jean che, da peccatore, diventa simbolo di onestà e di bontà. Ed è a questo punto che c’è un altro incrocio di destini, quello di Jean Valjean, sotto le mentite spoglie del sindaco Madeleine, e della giovane ed ingenua Fantine.
Fantine ha alle spalle una storia tristissima fatta di rinunce, di umiliazioni e sofferenze. Madeleine diventa il suo protettore e le promette di riportarle la figlioletta Cosette, affidata ai terribili locandieri Thernadier. Ma, spesso, il destino si accanisce contro i miserabili e Madeleine non può mantenere la promessa prima che la donna esali l’ultimo respiro. Deve, infatti, fare i conti con la propria coscienza durante una lunghissima notte.
Ma le promesse sono promesse, anche se non è possibile mantenerle subito, ma a distanza di anni.
Ed è la prima cosa a cui l’uomo si dedica dopo una rocambolesca evasione. Si reca alla locanda e recupera la piccola Cosette, facendola tornare alla vita dopo anni di soprusi e privazioni. Ma deve rimanere nascosto, isolato dal mondo per anni ed anni.
Adesso Cosette è una graziosa signorina, non può rimanere nascosta in un convento, deve conoscere la vita e l’amore. Ed ecco apparire all’orizzonte l’orgoglioso Marius Pontmercy!
La storia d’amore, nata nel segreto di un giardino, è complicata, ostacolata dagli eventi e dagli uomini, ma è destinata ad essere coronata dal matrimonio.
Ed è qui che Valjean, sempre generoso, mette da parte l’egoismo e rinuncia all’unico affetto mai avuto in vita sua! Ma come si fa a risanare un cuore irrimediabilmente spezzato?!
Personaggi indimenticabili popolano questa storia nata dalla penna di Hugo! Impossibile dimenticarli ed impossibile dimenticare le pagine dedicate ai tormenti interiori di Jean, ai sacrifici compiuti affinchè la piccola Cosette potesse raggiungere la felicità ed elevarsi dal rango di miserabile.
Nonostante le varie divagazioni di cui Hugo non ci ha privato, anzi…do a questo libro 10/10, perchè, se è vero che queste appesantiscono molto la lettura di queste pagine, mettendo, spesso, a dura prova la pazienza del lettore, è anche indiscutibile che esse mettano in evidenza la cultura immensa di quest’autore e la profonda conoscenza della storia e della politica della propria nazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...