In città zero gradi

I protagonisti di questa storiella natalizia sono tre: Max, Katrin e il cane Kurt.

Max odia le festività natalizie ed ha deciso che, per la prima volta in vita sua, le salterà. Come? Semplice! Con un bel viaggio in una zona del mondo caldissima.

Però c’è un problema: come farà con Kurt? Kurt è il protagonista della rubrica che Max tiene su una rivista, ma è un cane stranissimo, non fa altro che dormire, non vuole muoversi, nè uscire per passeggiare come tutti gli altri cani del mondo!

Max decide di pubblicare un annuncio per trovare un dog-sitter durante la sua assenza.

Ed è così che il suo destino si incrocia con quello di Katrin, una trentenne alle prese con il bilancio della propria vita, non troppo soddisfacente. Asfissiata da due genitori soffocanti, da un ex fidanzato insistente e senza una relazione stabile o una propria famiglia.

Katrin decide di ospitare Kurt per evitare un altro deprimente Natale in famiglia.

Kurt gradisce la nuova amica e, chissà perchè, con lei non è mai apatico.

Non è necessario sottolineare che ci sarà il lieto fine 😀

COSA NE PENSO IO:

Una storiella natalizia che gioca sull’incontro  e sugli equivoci tra due persone sconosciute. Niente di particolare, tranne il cane, che è davvero spassosissimo.

VALUTAZIONE: 4/10

Annunci

15 thoughts on “In città zero gradi

  1. Ho scritto qualcosa sull’ ultimo post di @Aquilanonvedente … e mi piacerebbe che Tu lo leggessi, mia cara : ti farà bene !!! 😀

  2. Il tuo acquistarne un esemplare cartaceo ( euro 14 ) leggendolo attentamente : di questo, e di aver speso bene i tuoi sudati euro 14 … ti aiuterà e ti ricorderà che la buona Letteratura ( di cui l’ Ing. @Mauro Pisani, già @Gufo anacleto, ora @Aquilanonvedente … fa parte a pieno diritto ) è unica, tutto il resto è spazzatura ! 😀

  3. Peggio per te, mia cara ! 👿
    Io, sulle mensole della mia biblioteca, posso esporre il classico Libro IL SINDACO PROVVISORIO, in bella mostra, Tu invece puoi esibire, al più, la pessima @Gabaldon ( din dìn … din dòn ), o quest’ altro scrittoresso @daniel glattauer ( din dìn … din dàuer ), o altri/altre imbrattacarte similari i quali, mentre affossano il cervello di chi li legge, arricchiscono il portafogli dei loro ( peraltro da essi stessi scrittoressi pagati ) diciamo così editori ! Per @Mauro invece non fu così : IL SINDACO PROVVISORIO fu pubblicato ( senza spese da parte sua … ) per aver vinto il 1° Premio Letterario di un importante Concorso Nazionale intitolato a un famoso personaggio e dunque editato su scala nazionale !!! 😀

    • E che palle! Ognuno legge quello che gli pare. Non è tutto bianco o nero. Ci sono momenti in cui vuoi leggere il libro più perfetto del mondo e altri in cui vuoi sorridere con una storiella stupida. Il sindaco provvisorio lo sto leggendo anch’io, tu non preoccuparti per le mie mancanze.

  4. No … non snobbai @Roth ( il più grande Scrittore USA degli ultimi 50 anni … e non lo dico io ), piuttosto mi lasciò basito il fatto che Tu lo avessi inserito, sia pure in ambito di commento, fra quei cialtroni della @Gabaldòn ( din dìn, din dòn ) e del @glattauer ( din dìn, din dàuer ) ! ;shock:

  5. No … credimi, @Aquilanonvedente NON snoberebbe mai un grande Scrittore come @Roth ! Piuttosto ha snobbato, nel tuo blogghino nell’ altro tuo spazio web ( nel quale vorrei tornare a commentarti …. giacchè ne ho assai nostalgia ), quel “mocio” dei miei coglioni, del quale, come me, si è rotto le palle !!! 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...