Radici

radiciPer descrivere questo libro bisogna partire dalla fine. E’ nell’ultimo capitolo, infatti, che l’autore ci spiega di aver appena raccontato, dopo aver trovato riscontri storici sulla veridicità di tutti i racconti che hanno popolato la sua infanzia, la storia di tutta la sua famiglia, a partire dall’antenato africano Kunta Kinte.

Kunta Kinte viveva in un piccolo villaggio dove ha imparato a sopravvivere, a cacciare e a seguire le regole della tribù, ma durante una battuta di caccia è rapito e venduto come schiavo. E’ così che, dopo un viaggio allucinante, approda in America dove crea una propria famiglia e sarà il capostipite di numerose generazioni di schiavi …e non.

Si deve proprio a Kunta Kinte l’istituzione della tradizione di tramandare a voce le gesta degli uomini di famiglia, che verrà mantenuta da tutti i suoi discendenti con grande orgoglio e partecipazione.

E ci vorranno tanti anni prima che questa famiglia possa acquistare la libertà tanto sognata; tanti eventi si susseguiranno, tanti padroni si dovranno cambiare e tante separazioni non volute si dovranno subire.

COSA NE PENSO IO:

Un racconto accurato sul mondo della schiavitù e della sottomissione con una carrellata di personaggi indimenticabili.

Un’altra saga familiare estremamente piacevole da leggere e a cui appassionarsi per capire quanto questi uomini e donne fossero considerati alla stessa stregua di un oggetto.

VALUTAZIONE: 9/10

Annunci

5 thoughts on “Radici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...