Zazie nel metrò

zazieZazie è una piccola francesina per niente adorabile, è antipatica, insolente e, a tratti, volgare.

Zazie viene affidata per qualche giorno allo zio, il quale abita a Parigi ed è un ballerino travestito che lavora di notte in un teatro parigino. La bambina, andando a Parigi, spera di viaggiare in metrò, ma il suo desiderio non può essere esaudito a causa di uno sciopero.

Per occupare il tempo, Zazie decide di lasciare di nascosto la casa dello zio e si immette nelle sconosciute strade parigine dove incontra varie persone, una più strampalata dell’altra.

COSA NE PENSO IO:

Ho letto varie recensioni su questo libro e ho notato che, o lo si ama, o lo si odia.

Ebbene, io sono tra quelli che lo odiano e che ha faticato, non poco, ad arrivare all’ultima pagina.

Sarà perchè non amo il surreale (e questo libro non si può che definirlo così), ma non mi sono “affezionata” proprio ad alcun personaggio. E’ odiosa la protagonista, mi sembra un po’ rimbambito lo zio, è piuttosto maniaco il signore che trova Zazie mentre vagabonda per le strade, per non parlare poi della madre che lascia la figlia nelle mani dello zio per stare tre giorni in pace con l’amante di turno…

Insomma, forse c’è troppa carne al fuoco…

Ho capito che l’autore ha costruito il tutto “a tavolino” per creare dei personaggi eccessivi di proposito, ma, niente: questo libro non mi ha conquistata nemmeno un po’.

VALUTAZIONE: 3/10

 

Annunci

2 thoughts on “Zazie nel metrò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...