In verità è meglio mentire

veritàCarolin è sempre stata una donna brillante, il suo quoziente intellettivo è altissimo e questo l’ha sempre messa un po’ a disagio, soprattutto nei confronti degli uomini.

Durante il suo terzo corso di laurea conosce Leo, membro di una famiglia benestante tedesca e ne rimane affascinata. Cerca, quindi, di farsi apprezzare e omette molte particolari sulla sua vita per sembrare meno brillante di quanto in realtà non sia. Non vuole eccellere, non vuole mostrarsi troppo brillante, né troppo intelligente: insomma vuole apparire una ragazza “normalmente e mediamente dotata”.

Durante una festa di famiglia Carolin incontra il padre di Leo, Karl,…ed è amore a prima vista.

Ovviamente i rapporti familiari si incrinano e diventano ancora più complicati di quanto non siano già. Leo, infatti, non ha perdonato il padre per avere abbandonato lui, le sorelle e la madre e prova verso Karl un rancore profondo.

Sono passati 5 anni da quel primo incontro e dal tradimento di Carolin e adesso lei è una giovane vedova e ricca ereditiera. La spartizione dell’ eredità aiuta ad inasprire ancora di più i rapporti tra i vari personaggi!

A Carolin non importa molto dei soldi, è chiusa nel suo dolore ed è costretta a frequenti sedute psicologiche presso una terapeuta assai bizzarra e ad assumere antidepressivi. Ed è proprio grazie alle sedute dalla psicologa che noi lettori veniamo a conoscenza di tutta la storia.

COSA NE PENSO IO:

Da questo riassunto potrebbe sembrare una storia strappalacrime, ma in realtà non è così. Carolin è ironica, buffa, goffa e sempre al centro di situazioni imbarazzanti, spesso persino esilaranti.

Secondo il mio parere, si tratta di una lettura piacevole, scorrevole e divertente che tratta, nonostante tutto, temi importanti come i difficili rapporti tra figli e genitori separati con relativi risentimenti e difficoltà comunicative, ma anche il non meno importante tema dell’amore scoppiato improvvisamente verso un uomo maturo.

VALUTAZIONE: 6,5/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...