Boom!

boomIl protagonista di questa storia è Jim.

Jim è un ragazzino vivace con una famiglia molto stramba. Un giorno, a causa di una frase pronunciata dalla sorella, decide di scoprire cosa i suoi professori pensano di lui. In ciò è aiutato dal suo amico Charlie e dai suoi walkie-talkie.

I due infatti lasciano gli apparecchi in sala professori per ascoltare “in diretta” la riunione. Ma quando due di essi rimangono da soli nella sala, ecco fuoriuscire dall’apparecchio strane parole in una lingua incomprensibile. Che lingua è? Cosa si sono detti i due usando quello strano codice?

Charlie comincia ad indagare finché non scompare nel nulla. Toccherà a Jim ritrovare il suo amico e scoprire il mistero che nascondono i due insegnanti.

COSA NE PENSO IO:

Mi sono accostata a questa lettura con fiducia, in fondo Mark Haddon è l’autore de “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” in cui egli ha affrontato con delicatezza il tema dell’autismo, avrebbe potuto mai deludermi?

SI’, SI’ e Si’. Perchè mi sono ritrovata a leggere una storiella per bambini che, all’inizio era pure divertente, ma poi…una banalità dietro l’altra.

VALUTAZIONE: 3,5/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...