Il mare colore del vino

mareSi tratta di una raccolta di racconti scritti da Leonardo Sciascia tra il 1959 e il 1972 che raccontano la Sicilia in ogni suo aspetto.

COSA NE PENSO IO:

Ovviamente sono presenti i temi cari a Sciascia: la mafia, l’omertà, la società chiusa e mai aperta alle novità, le consuetudini siciliane, ma anche la dittatura fascista…

Sono tutti bei racconti, ben congegnati e strutturati, ma dopotutto l’autore è Sciascia, mica uno qualunque! 😉

I miei preferiti sono due:

  1. Il mare colore del vino, che dà il titolo alla raccolta e in cui è presente un divertentissimo Nenè, piccola peste tutta pepe. Il racconto, un po’ più lungo degli altri, contiene un sunto della mentalità siciliana, mica tanto lontana dal presente!
  2. Giufà, che narra le avventure dello “scemo” del paese, il quale riesce sempre a venire fuori dalle situazioni più complesse grazie all’ingenuità o a un po’ di malizia (chissà!).

VALUTAZIONE: 9/10

Annunci

5 thoughts on “Il mare colore del vino

  1. Flagellazione ?!? 😯
    Di te …. che sei encomiabile nella tua tenacia a leggere di tutto e di più ?!?
    E perchè mai ?
    L’ abbiamo già detto …. che “de gustis non disputandum est”, mentre – visto che un pensiero o un gusto si può “condividere oppur no – E’ CONSENTITO A TUTTI/A TUTTE entrare nel merito dell’ opera, ed analizzare “le motivazioni obiettive” che hanno spinto l’ autore a scriverla : e da qui, non si scappa : chi ha scritto inseguendo le mode e la ricettività passiva dei lettori incolti per fare quattrini ‘come sia’, verrà spazzato via dal tempo, e chi, invece, ha scritto per inseguire le fluttuazioni dell’ anima, spregiando le mode e fregandosene se, dal suo libro, non avesse ricavato il becco di una lira, verrà risparmiato dalla scopa immemore del tempo .
    Dunque, nessuna flagellazione mai a chi legga compiacendosene, bensì fiori alla sua coriaceità, scoscesa e insonne, a leggere comunque ! :mrgreen:

  2. Eh eh eh eh …. 😆 ….
    Dentro alla “divisa da lettrice elettronica” che indossi quando imbracci il tuo tablet ( … si dice così ? ), si cela una delle mie amiche più care, anche se pressochè scomparsa dal suo bel blogghino …. ed a costei, vuoi per affetto e stima verso di lei, vuoi per la passione che m’ ispira la sua isola natìa, mai e poi mai potrei applicare – ammesso che io fossi, anzichè un povero ed “errante” @Cavaliere …. addirittura @Torquemada 😯 – lo sferzante flagellum o l’ infuocata pira !!! :mrgreen:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...