Una forma di vita

formaAmélie Nothomb adora i rapporti epistolari, le piace rispondere alle lettere degli ammiratori, anche se, a volte, si ritrova a leggere strane richieste da altrettante strambe personalità.
Ed ecco che, tra quelle missive, un giorno trova una lettera di un soldato americano che combatte a Baghdad. Il soldato riesce ad attirare l’attenzione della famosa autrice belga raccontando la sua storia di bulimia come forma di inconscia protesta verso la guerra. Egli non risparmia, nei suoi racconti, i dettagli del suo prender peso fino al raggiungimento di un peso “assurdamente” elevato dal quale, forse, non si torna indietro.
Ma le cose stanno davvero così?

COSA NE PENSO IO:

Non è un libro che è riuscito ad entusiasmarmi, l’ho trovato molto piatto, a tratti noioso. Per fortuna che il numero di pagine era limitato!

:mrgreen:

VALUTAZIONE: 3/10

Annunci

2 thoughts on “Una forma di vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...