Caffè con panna

caffèE’ la storia di una grande amicizia, nata per caso e rafforzatasi nel tempo.

In un attimo, però, tutto è rivoluzionato e l’amicizia si spezza.

Ma non tutto è perduto, l’affetto di un tempo può, forse, essere dissotterrato. Ma prima di tutto bisogna che Cameron riesca a rintracciare Sonia e, per far questo, dovrà seguire delle esili tracce….

COSA NE PENSO IO:

Il titolo di questo libro e la copertina mi hanno suggerito l’idea che si trattasse di una storia “leggera”, di quelle che si leggono d’estate sotto l’ombrellone.
E invece mi ha piacevolmente conquistata e appassionata: una ricerca, una missione da compiere, un tuffo nel passato e dei fili spezzati da riannodare.

Molto bello!

VALUTAZIONE: 7 e mezzo

 

Annunci

Una forma di vita

formaAmélie Nothomb adora i rapporti epistolari, le piace rispondere alle lettere degli ammiratori, anche se, a volte, si ritrova a leggere strane richieste da altrettante strambe personalità.
Ed ecco che, tra quelle missive, un giorno trova una lettera di un soldato americano che combatte a Baghdad. Il soldato riesce ad attirare l’attenzione della famosa autrice belga raccontando la sua storia di bulimia come forma di inconscia protesta verso la guerra. Egli non risparmia, nei suoi racconti, i dettagli del suo prender peso fino al raggiungimento di un peso “assurdamente” elevato dal quale, forse, non si torna indietro.
Ma le cose stanno davvero così?

COSA NE PENSO IO:

Non è un libro che è riuscito ad entusiasmarmi, l’ho trovato molto piatto, a tratti noioso. Per fortuna che il numero di pagine era limitato!

:mrgreen:

VALUTAZIONE: 3/10

La Certosa di Parma

certosaFabrizio Del Dongo è un giovane nobile affascinato dalla figura di Napoleone Bonaparte, vuole a tutti i costi combattere e abbandona la sua città natia con questo preciso scopo.

Ma è un giovane senza esperienza militare, non sa come si combatte e come si tiene in mano un’arma…

L’avventura di guerra, comunque, dura poco e Fabrizio ritorna nella sua terra dove vive a stretto contatto con la zia, affascinante donna di mezz’età.

I due sono reciprocamente affascinati, ma nessuno ha il coraggio di confessarlo all’altro.

Dopo qualche tempo Fabrizio intraprende la professione ecclesiastica e si trasferisce a Napoli, mentre la zia sposa un uomo ricchissimo e si trasferisce alla Corte di Parma dove sarà l’artefice di parecchi intrighi messi in atto con l’unico obiettivo di condurre lì anche Fabrizio.

Ma per uno strano scherzo del destino, Fabrizio uccide un uomo, viene arrestato e chiuso in prigione. Ma è proprio dalla finestra della prigione che scorge una donna bellissima….

COSA NE PENSO IO:

Beh, che dire? Sarà pure un grande classico della letteratura francese, ma non è che mi abbia presa molto.

Gli unici personaggi forti risultano la zia contessa e il conte Mosca. Fabrizio è un personaggio debole e volubile.

Ci sono molte parti della storia decisamente noiose! Con almeno 150 pagine in meno, magari avrebbe reso molto di più…

VALUTAZIONE: 5/10 (massacratemi pure! :mrgreen: )

Gli arancini di Montalbano

aranciniQuesto volume è una raccolta di piccole storie che hanno per protagonista, com’è normale che sia, il commissario Montalbano.

Ritroviamo in tutte le storie l’atmosfera e i protagonisti di Vigata, assistiamo a delitti, stramberie, crisi di coscienza e molto altro ancora. Ed è l’infallibile fiuto del famoso commissario che mette la parola fine a ciascuna di esse.

COSA NE PENSO IO:

Che penso? Una cosa sola: Camilleri riesce a dare il massimo anche nelle storie brevissime.

Ottima lettura.

VALUTAZIONE: 9/10