L’ombra di Marinetti

marinettiBeh…Non c’è molto da dire!

Si tratta di una raccolta di racconti nei quali i personaggi hanno incontrato o hanno avuto in qualche modo un “contatto” con Filippo Tommaso Marinetti, il noto futurista italiano.

COSA NE PENSO IO:

L’idea di base non è male: un insieme di racconti in cui Marinetti fa da filo conduttore. Però…

Premettendo che la raccolta di racconti non rappresenta la mia lettura ideale, i racconti di Vitali li ho trovati abbastanza noiosi.

Boh! Io Vitali non lo capisco proprio!

A volte crea dei racconti simpaticissimi e godibilissimi, come “La signorina Tecla Manzi” o “Zia Antonia sapeva di menta”, altre volte dalla sua penna escono fuori delle storie, secondo il mio modestissimo parere, tanto inconcludenti da non raccontare alcunché. Mi viene in mente, a questo proposito, “Un amore di zitella” in cui ci si aspetta che da un momento all’altro succeda qualcosa, ma arrivi all’ultima pagina e non accade un bel niente.

VALUTAZIONE: 4/10

Il diario di velluto cremisi

diario vellutoEmily è appena stata lasciata dal marito ed è sconvolta e addolorata per la fine di un matrimonio nel quale aveva creduto, nonostante le differenze sociali e caratteriali con il marito.

Decide, quindi, di lasciare un po’ la sua casa e di trasferirsi per un mesetto in casa di una zia che vive in una piccola isola. Isola nella quale Emily ha trascorso i lunghi periodi delle vacanze estive durante la sua infanzia.

Ad accoglierla è, pertanto, zia Bee, frizzante vecchietta a cui Emily è molto legata.

Dal cassetto della sua camera emerge un diario dalla copertina di velluto cremisi, nel quale è narrata una storia d’amore, d’amicizia e di dolore. E’ una storia vera? E’ la base di un romanzo mai concluso? Chi sono le persone citate?

A Emily toccherà rimettere insieme i pezzi del puzzle….

COSA NE PENSO IO:

Nonostante ad un certo punto, anche abbastanza lontano dalla parola fine, si capisca che le persone del passato siano collegate a filo doppio con quelle del presente e qualche banalità che dà al romanzo un tocco rosa, è una storia che ho letto con piacere. Niente di particolarmente impegnativo, ma una lettura leggera e gradevole.

VALUTAZIONE: 6/10

La signora delle camelie

camelieEbbene sì, mi sono data ai classici!

🙂

Non occorre fare un lungo riassunto, dovrebbe essere una storia conosciuta ai più! Comunque…

E’ la storia di Marguerite e di Armand.

E’ la storia di un amore tormentato tra una cortigiana e un nobiluomo nella Francia dell’800.

E’ la storia di una dolorosa rinuncia alla felicità.

COSA NE PENSO IO:

Conoscevo la storia, ma non avevo mai letto il libro ed è arrivato il momento di colmare qualche lacuna sul fronte “classico”.
Una bella storia d’altri tempi e un bel personaggio femminile, senz’altro!
Armand è un pò noioso e troppo ingenuo, avrei preferito che Dumas gli avesse conferito più personalità, ma le decisioni sulle caratteristiche dei personaggi sono esclusivamente di competenza degli autori…

VALUTAZIONE: 8/10

Il segno dei quattro

segno dei 4Nuova lettura in cui Sherlock Holmes è grande protagonista di una complessa indagine.

Un tesoro proveniente da una terra lontana è stato nascosto per molti anni, ma, appena riportato alla luce, sparisce misteriosamente. A complicare la situazione c’è lo strano omicidio di colui che, questo tesoro è riuscito a scovarlo. Chi è l’assassino?

Holmes e Watson iniziano a seguire le tracce….

COSA NE PENSO IO:

La parte iniziale l’ho trovata molto intrigante.

Sherlock Holmes, grazie alla sua qualità di osservatore e alle sue capacità di deduzione, riesce a mettersi ben presto sulle tracce dell’assassino con la gamba di legno. Una ricerca che mi ha coinvolta, interessata e incuriosita.

Poi mi è sembrato che la storia perdesse un po’ del suo fascino iniziale con questo mix un po’ ingarbugliato tra Londra e le lontane isole Andamane, dove tutto ha avuto origine.

VALUTAZIONE: 7/10