Uno studio in rosso

studioSiamo nella Londra di fine Ottocento.

L’ufficiale medico inglese Watson è appena tornato convalescente dall’Afghanistan e cerca un luogo in cui trasferirsi per riprendersi del tutto.

Uno strambo investigatore, Sherlock Holmes, cerca una persona con cui dividere le spese di un appartamento.

E’ così, casualmente, che avviene l’incontro tra i due protagonisti dei capolavori di Arthur Conan Doyle!

Dopo quel primo incontro, uno stupito dottor Watson assiste ai metodi d’indagine usati da Sherlock Holmes per sbrogliare un intricato caso che si rivelerà “un’antica e romantica faida” e racconta tutto a noi lettori 😉

COSA NE PENSO IO:

Dopo aver letto “La casa della seta” di Horowitz, il seguito autorizzato delle avventure di Sherlock Holmes, mi è venuta voglia di constatare quanto questo autore si allontanasse o si avvicinasse alla scrittura del creatore di Holmes. Così mi sono ricordata di avere nella libreria un librone enorme con tutte le indagini di Sherlock Holmes e l’ho aperto dopo molto tempo dall’acquisto.

Ed eccomi a leggere questa prima indagine!

Ottimo giallo, anche se il passaggio dalla prima alla seconda parte mi aveva un po’ spiazzata.

VALUTAZIONE: 9/10

Annunci

26 thoughts on “Uno studio in rosso

  1. DIN DON … DIN DON … DIN DON DAN !!! 😀
    Finalmente …. il tuo commento ( su cui concordo “in toto” ) su un grande Scrittore “a prescindere” e cioè Sir @Conan Doyle, un uomo coltissimo … già medico militare !
    Pur attingendo assai lo Scrittore ( “vero” ) alla sua inesauribile fantasia, il suo personaggio, e cioè il geniale @Sherlock Holmes “, é più reale della realtà”, al punto che ancora oggi frotte di turisti appassionati di Letteratura Poliziesca si recano in quell’ appartamento in cui operò il grande Detective, convinti che @Sherlock sia veramente esistito, e toccano i suoi oggetti, o le suppellettili, o gli abiti nell’ armadio che se egli li avesse toccati con le proprie mani o indossati nella sua vita avventurosa a fianco del paziente Dr. @Watson, il cui modello umano è chiaramente lo Scrittore stesso !
    B=R=A=V=A …. @Lec … e fortunata Tu ad aver acquistato a suo tempo il Librone contenente tutti i Romanzi dell’ Autore !!! 😀

  2. Matta ?!?
    Ti prenderanno per matta ?!? 😯
    Assolutamente no, amica cara …. ti prenderanno per una bella e procace intellettuale di palato raffinato ! 😀

  3. … , quindi, per me, lettrice in fila dovunque e di strada in attesa di bus e su bus, vale la pena di prendere “Tutto Sherlock Holmes (eNewton Classici)” in e book (200 gr per 9 gialli!). Certo sarò, però, solo una meno procace lettrice. Due pareri favorevoli e che pareri! Grazie ad entrambi

  4. Come @Emma70 ( che abbraccio…. ), anch’ io acquistai il bel ‘cofanettone’ della Newton Compton ‘giallo blu’ con l’ icona in rosso di @Sherlok, con tanto di berretto e pipa ‘kalabash’ . Correva l’ anno 1994 ( Tu, @Lec … avevi … ehm … 17 anni, se non erro 🙂 ) : il 15 di quel perduto luglio, estate ormai lontanissima, scendevo alla Stazione di Anzio e vidi all’ edicola questo meraviglioso “oggetto” !
    L’ acquistai subito per ben Lit.19.600.= …. conteneva ben 4 volumi che, nell’ insieme, raggruppavano “nove” romanzi ( i migliori …. se è possibile fare una graduatoria fra capolavori ) del celebre Detective …. e mai spesa fu più gradita e utile ! 😀

  5. Mi son buttata: l’ ho comprato a 2,99€, anche se stamane costava 1€ in meno (forse Amazon fa come le compagnie aeree che aumentano i prezzi ogni volta che si chiede dello stesso volo?).
    Son diventata lettrice bulimica (e non è l’ optimum) da poco. Quest’ estate mi son rifatta, però, con il cartaceo, approfittando della meravigliosa nuova sede della biblioteca di Brunico (peraltro abbondantemente finanziata con i supercontributi statali per le regioni autonome). Lì tutto è informatizzato, prestito e restituzione compresi. E la sede: tavoli illuminati con prese per pc, computer a gogo per le ricerche, libero accesso ai libri, terrazza panoramica con tavoli e sedie dove leggere e, sì, … prendere il sole. Mancavano – è vero – ancora i divani e i distributori di bibite per cui bisognava andare “attrezzati “… se lì si voleva passare la giornata per studiare (quanti studenti!) e leggere. In compenso c’ erano degli enormi cuscinoni colorati dove i ragazzini si potevano “sbragare” a leggere, un reparto per i piccolini con assistente dedicata, uno per quelli di +6 anni e uno per i +13. Si poteva chiedere il prestito anche alle altre biblioteche regionali, prenotare il libro desiderato (per l’ Inferno di Brown c’ erano già 16 prenotazioni), ecc. ecc. Insomma mi son trovata nella “casa dei libri”, in una casa che ti accoglie per tutto l’ insieme e per la cortese disponibilità delle bibliotecarie. Mi sembrava di essere Alice nel paese delle meraviglie! Ma a Roma ( e nel resto d’ Italia) come sono le biblioteche pubbliche?
    Conti alla mano ho letto una ventina di libri (in media 300 pagine) in 28 giorni, ma ho letto anche tante opinioni ed editoriali sull’ italica allegra situazione! Oltre la passeggiata quotidiana nulla avevo da fare e poco stavo su internet.
    Mi complimento ancora con Lectry per sintesi e giudizi (scusandomi per la mia prolissità) e a Bruno ricambio l’ abbraccio.

  6. A Roma … le Biblioteche Pubbliche ?!? 😯
    Ce ne sono a decine e decine …. da quelle ultra moderne e tecnologiche, a quelle cartacee, documentali, e monumentali !
    Ve ne cito una fra le tantissime : LA BIBLIOTECA DELL’ ACCADEMIA DEI LINCEI E CORSINIANA, in Via della Longara : là, cara amiche, in quei maestosi saloni di Palazzo Corsini in cui ha sede l’ Accademia dei Lincei, il solo camminare fra quegli immensi saloni e corridoi impreziositi da affreschi, statue, legni intarsiati, marmi policromi ed ammirare, prima ancora di prenderli in mano, quei volumi pregiati che hanno attraversato il tempo …. beh, più che sentirsi Alice nel paese delle meraviglie, ci si sente ‘parte integrante della Storia’, senza nulla togliere alla “sezione web” all’ avanguardia internazionale ( che pure è in essa contenuta e collegata ai maggiori centri mondiali del settore informatico … ) e, in base all’ emozione che coglie il visitatore ( chiunque esso/essa sia ), par quasi che il Tempo si sia fermato alla sua stazione più fulgida ….. quella in cui il Passato ed il Futuro si abbracciano in una sublime sintesi ! 😀

  7. Ah, il mio scetticismo sulle “cose” romane! Evidentemente non ne sono una frequentatrice, memore dei tempi andati (30/40 anni fa). Indiscutibilmente, sono proprio “datata” e … disinformata. Grazie per la preziosa chicca…..
    Solo che. visitato il suo sito, noto che è, – come immaginavo e come appare – una meravigliosa biblioteca museo, cioè d’ élite, non una “casa dei libri” dove chiunque può andare e, spulciando qua e là, trovare il libro che può iniziarlo all’ amore/desiderio di leggere sempre e dovunque. Ci andrò comunque … In visita. Ma cercherò nei dintorni anche una “casa dei libri”.

  8. Il “tuo scetticismo … ehm … di cose romane”, cara @Emma ?!? 😯
    E’ la caratteristica stessa della ‘romanità autentica’, e dunque non invano, nè immemore, sei vissuta a Roma, evidentemente amandola con tutta te stessa ‘comunque e a prescindere’ ! 😀
    Del resto, non invano la ‘città eterna’ ha attraversato il Tempo e la Storia, sentendo sulla sua pelle nobile e bonaria ( ed unica al mondo, insieme alla sola Gerusalemme, ma con ben altre dimensioni e implicazioni storiche rispetto alla città santa ) trascorrere i millenni ( quasi tre, per esser precisi ), ma sostanzialmente RIMANENDO SEMPRE SE STESSA, vedendo Papi, Re, Imperatori, Dittatori, Imbroglioni, Cialtroni … o Eroi, Artisti, Santi senza scomporsi più di tanto .
    Sorridendo con scetticismo, come a dire “Anvedi questo … ma ‘ndò va ? Ahò … ecchè vonno mò ‘sti rompicojoni?”, Roma ha assistito alle pompe, alle vanità, alle grandezze, ai sogni …. senza mutare di un acca i suoi struggenti tramonti, o la sua luce dorata sulle sue pietre preziose incise dalla Storia .
    Dunque, @Emma70 cara, più che “datata”, Tu sei “griffata” !!! :mrgreen:

  9. grazie, @ cavalier…, sei sempre molto gentile. In effetti, un po’ “griffata” lo sono. Pensa che un mio avo, per l’ Unità d’ Italia, è stato mandato da Milano (ingegnere in quel comune) a Roma per fare la prima mappa di Roma capitale. E la copia, nel salone (h. 4 m.) di nonno, che stava in affitto a piazza Margana, è stata data da un mio zio ad un robivecchi perché in nessuna casa dei fratelli suoi poteva esser sistemata! Ma quanto sopra è un di più e, per di più, fuori tema. E qui mi taccio.
    Co’ fu di @ lectry? Sta battendo la fiacca o prima di farsi leggere di nuovo vuol finire le 1200 pagine del “cofanettone”?

  10. @Lectry ?!? 😯
    Eh … è una lazzarona !
    Quando comincia a leggere ….. sparisce dalla circolazione ! 😐
    Comunque, lei soggiorna, spesso e volentieri, nella casa di @Anto77, nella bllissima Trinacria ! 😀

  11. Capisco …. cara amica !
    E’, ahinoi, vero, che i mali che ci possono affliggere in questa nostra vita precaria, fragile e imprevedibile, sono come fiumi che convergano verso lo stesso mare, ed il mare in questo caso siamo noi …. che li riceviamo tutti insieme … quasi che l’ uno trascinasse l’ altro, senza alcuna misericordiosa discontinuità .
    Ma, conoscendoti, so anche che hai la forza per venirne a capo ….. coraggio : dopo ogni notte, per quanto angosciosa possa essere, sorge sempre, giorno dopo giorno, la rasserenante aurora ! 🙂

  12. Io sono un estimatore di Holmes.
    Lo ero da adolescente, ma allora i suoi libri costavano troppo.
    Lo ero anche dei film con Basil Rathbone.
    Quando ho acquistato l'”opera omnia” ho conosciuto anche i racconti e mi sono accorto di una cosa che ai tempi mi era sfuggita.
    Holmes è anche portatore di quella che oggi potremmo definire (rubando un termine alla brutta politica) una “giustizia giusta”. Che non è quella umana, ma quella divina.
    Molti dei suoi “cattivi” alla fine vengono puniti così.
    P.S.: consiglio “L’avventura del poliziotto morente”.
    Ciao

  13. Ottimo consiglio, @Aquila …. e particolarmente efficace …. poichè viene da te, che sei un “vero” Scrittore ( anche se la tua modestia “vera” …. ti impedisce di ammetterlo ), e penso che la nostra @Lectry … lo coglierà al volo ! 🙂
    E, dal momento che hai ricordato gli eccellenti film ‘in bianco e nero’ con l’ insuperabile @Basil Rathbone, mi permetto di esortarti a vedere il “bellissimo” film LA VITA PRIVATA DI SHERLOCK HOLMES, regia di @Billy Wilder, con @Robert Stephens nella parte di @Holmes, @Colin Blakely nella parte di @Watson …. @Cristopher Lee nella parte del fratello ‘ministro’ del detective, e l’ affascinante @Genevieve Page negli abiti della bella avventuriera !
    I colori fantastici, la perfetta ricostruzione degli ambienti vittoriani fine secolo, la profondità dei caratteri sia dei personaggi principali sia di quelli secondari, la trama insolita e sorprendente, il richiamo ai miti indimenticati … e soprattutto uno @Sherlock Holmes fragile, umanamente imperfetto …. che si innamora e perde la sua infallibilità tornando ad essere umano e, suo malgrado, è trafitto da dolore vero …. ne fanno un film struggente, unico, un capolavoro da non perdere !!!

  14. @Lectry …. mi senti ???
    Se sì …. dai una mano ad @Anto !
    Noi, siamo impotenti ad aiutarla …. ma Tu, se ti ci metti, puoi fare tantissimo ! :-),

  15. Primo incontro con Sherlock decisamente positivo, merito della Newton a 0,99 cent. Come te anche io sono rimasta un po’ spiazzata dallo stacco nettissimo tra la prima e la seconda parte, ma Lui è un personaggio magnifico, degno di essere letto.
    Quasi quasi potrei cedere al fascino di un Mammut della Newton con tutte le sue storie… prima però mi impongo di smaltire un po’ di libri in arretrato 😉

  16. Pingback: I Maestri del Giallo | LE MIE LETTURE IN EBOOK

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...