I contendenti

contendentiLa storia prende il via in modo abbastanza divertente. David, avvocato di un importantissimo studio, viene colto da una sorta di attacco di panico e si rifugia in un pub. Lì rimane tutto il giorno, non dà notizie a nessuno e si ubriaca fino a perdere i sensi.

Senza sapere come, finisce in un piccolo studio di avvocati che sopravvivono con casi di lesioni a seguito di incidenti, sono “cacciatori di ambulanze”. I soci dello studio sono solo due: Oscar, imprigionato in un matrimonio infelice, e Wally con qualche problema di dipendenza da alcol e con il sogno di guadagnare milioni di dollari grazie a una causa clamorosa.

E un giorno, sembra che il sogno di Wally possa avverarsi. Sembra infatti che un farmaco anticolesterolo danneggi il cuore e possa provocare dei decessi.

Wally ovviamente si butta a capofitto in quest’avventura. Con qualche perplessità, David e Oscar si lasciano convincere. Ma che succederà?

COSA NE PENSO IO:

Fino a qualche anno fa John Grisham era uno dei miei autori preferiti, cercavo di leggere tutti i suoi libri e andavo a caccia delle nuove uscite. Poi, dopo meravigliosi libri come “Il partner”, “Il momento di uccidere”, “La giuria” e qualche altro titolo ancora, ho notato un calo di qualità. Dopo aver letto “L’allenatore”, a mio giudizio il suo libro più noioso e senza senso, ho giurato che con Grisham avevo chiuso definitivamente.

E invece adesso mi sono ritrovata a leggere “I contendenti”, con non poche titubanze e perplessità.

Non è certo al livello dei titoli che ho citato, ma comunque è carino. Forse un po’ scontata la fine.

Avevo sperato che Grisham tirasse fuori dal cilindro un coniglio bianco, ma niente da fare. Speranza vana.

VALUTAZIONE: 6/10 (soprattutto per l’ eccentricità di Wally)

Annunci

5 thoughts on “I contendenti

  1. Eggià …. la curiosità è FEMMINA …. ma non solo !
    Però … però, lasciando stare per un momento “i gusti personali” di ciascuno/ciascuna di noi, anche la RAGIONE è FEMMINA …. e solo per questo la vogliamo jettare nel secchjone della monnezza ??? 😯
    Non direi … o almeno non mi sembrerebbe galante !
    Dunque, a proposito di Johnny @Grisham, noto creatore ‘furbacchione’ di libri best-seller sul genere “poliziesco-giudiziario”, la ragione mi dice che costui sforna libri purchessia come se stesse scrivendo copioni per film di tal genere, e quindi, ove mi pungesse vaghezza di leggere libri ( veri, e non copioni cinematografici … ), anzichè attingere ad un ‘grisham’, mi leggerei un bel libro di Erle Stanley Gardner in cui agisca il suo eroe, l’ avvocato investigatore @Perry Mason : così, madame la curiosità resterebbe soddisfatta, e madame la ragione non verrebbe da me sottoposta a ludibrio ! :mrgreen:
    PROVERBIO : CHI E’ CAUSA DEL SUO MAL, PIANGA SE STESSO !!!

    • certo! Ed essendo dotata di ragione e pensiero, non esito e non ho timore di affermare i miei giudizi positivi o negativi.
      Ps: Oggi al mare ho iniziato “Natale in Silver Street. Nuove storie del petalo cremisi” di Faber

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...