Il lottatore di sumo che non diventava grosso

sumoIl protagonista di questa storia è Jun, un quindicenne irrequieto che vive per strada e sopravvive vendendo agli angoli delle strade di Tokyo piccoli oggetti che lui stesso si vergognerebbe ad acquistare.

Jun si è allontanato dalla famiglia, ma riceve dalla madre continue lettere. La madre è, però, una donna analfabeta e quindi inserisce dentro le buste degli oggetti che costituiscono messaggi ben precisi pur senza essere accompagnati dalle parole.

Jun è di costituzione esile, ma un giorno incontra un maestro di sumo che gli assicura di vedere in lui un “grosso”.

In un primo tempo Jun scappa, ma poi si lascia convincere e, pian piano, riuscirà a conoscere sè stesso.

COSA NE PENSO IO:

Dopo aver letto dello stesso autore “Oscar e la dama in rosa”, mi aspettavo da questo libro qualcosa di più. Non mi ha convinta del tutto! Forse perchè fa troppo affidamento per la risoluzione dei traumi alla meditazione e alla filosofia zen. Boh! Non so nemmeno io bene il perchè.

Comunque è sicuramente una storia piacevole da leggere.

Una cosa che ho trovato deliziosa e originale è l’invio dei messaggi a Jun da parte della madre.

VALUTAZIONE: 6,5/10

Annunci

2 thoughts on “Il lottatore di sumo che non diventava grosso

  1. Ciao @Lectry … 😀
    Non conosco questo libro, ma di @Schmitt ho letto il testo teatrale IL VISITATORiE, che narra delle vicende di @Freud …. durante il nazismo, in quella Vienna tetra e piena di sospetti, dove si agita, chiuso in casa, lo studioso, che sta riflettendo se non gli convenga di scappare e raggiungere la sua famiglia già in salvo . Mentre è angosciato dai presentimenti, ecco che un misterioso visitatore lo raggiunge in casa, ed inizia un sorprendente dialogo fra i due !
    Ho già avuto occasione di dirti che, circa sei anni fa, ebbi l’ occasione di leggere quest’ opera … e la trovai davvero buona, affascinante … insomma mi sorprese positivamente !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...