ebook-reader

Beh, ormai dopo quasi un anno dall’acquisto del mio ebook-reader, posso affermare con sicurezza che non sento affatto la mancanza della carta stampata.

Quello che mi importa è il contenuto di un libro, i sentimenti che mi trasmette, se la storia raccontata sia in grado di farmi sognare, arrabbiare o annoiare. Che il supporto sia cartaceo o digitale poco importa! In fondo viviamo in un mondo altamente tecnologico e non sono affatto contraria alle innovazioni anche in campo letterario.

Sono l’unica a pensarla così? O sono in buona compagnia?

 

Annunci

57 thoughts on “ebook-reader

  1. Beh …. con tutto il rispetto per la tecnologia dell’ @e-book …. sfogliare le pagine di un libro ‘in carne e carta’ ( che sia vecchio o nuovo … poco importa ) e tenerlo realmente fra le nostre mani, sentirne il profumo, ri-trovarci dentro, baciato fra due pagine indimenticate, un antico fiore ancora odoroso … rivivere memorie e perdute stagioni …. è ben altra cosa, così come l’ emozione è altro dall’ osservare un video che, al nostro frettoloso tocco, cambi pagina come ossequioso robot ! 🙂

    • Benvenuto!
      La tecnologia ci accompagna giorno per giorno. Basta usare un microonde, il telecomando, il pc e anche un ebook reader (che consente di portarsi dietro una libreria intera).
      L’amore per la carta è un fatto sentimentale e non di contenuti. 😉

  2. E m’ hai detto “un prospero a ‘n’ occhio” !
    Un fatto sentimentale … è ancorato ai contenuti, difendendoli dalla omologazione e dal consumismo ‘puro e semplice’ .
    Quindi : VIVA LA TECNOLOGIA, quando semplifica “cose e bisogni reali”, quando risolve problemi “utili all’ uomo”, quando consente di avanzare la “ricerca pura” e far crescere la conoscenza spingendola oltre ogni limite !
    Ma il libro, cara @Ilovy … è – e resta – ben altra cosa !!! 😀

  3. Beh … cara @Ilovy …. da una blogger in gamba, apprendo or ora una frase di @Paulo Coelho … e se mi perdoni il termine “culo” …. 😳 te la ripeto qui :
    “Se pensi che la tecnologia prenda il posto della carta …… prova a pulirti il culo con l’ I-Phone ! ” 😯
    @Paulo Coelho
    @Cavaliereerrante …

    Ps. Ovviamente, come ti ho già scritto, “tana libera per tutti i gusti” ! 😀

  4. Cara @Ilovy … sei simpaticissima …. ed anche tenace ! 🙂
    E se ti interessasse il mio commento da quella @Blogger …. è stato questo :

    “L’ emozione ha un profumo imperdibile e un libro ‘in carne e carta’ fra le mani lascia un odore di questo tipo, mentre un e-book è come la “pecunia” e, come l’ Imperatore @Vespasiano scrisse, PECUNIA …. NON OLET ! 🙂
    Quanto alla tecnologia degli e-book, potrebbe in effetti esser utile a chi studi un certo autore che non abbia a disposizione immediata nella propria biblioteca, o a chi debba lavorare e voglia consultare un testo velocemente …. ma al @Lettore ed alla @Lettrice che amino leggere e scoprire nuove ed appassionanti emozioni, un e-book potrebbe servire, a mio parere, tutt’ al più come un bel quadro di plastica, da appendere alla parete, col titolo : “Monumento all’ inutile, alla omologazione umana, al consumismo scemo e alla tecnologia che arricchisce, unicamente, le tasche di chi la produce” ….
    Mi si dirà : ma è un titolo troppo lungo …. 😯
    Ed io risponderei : è vero …. ma quanno ce vo ce vò !!! :mrgreen:

    Oh … beninteso, cara @Ilovy : se il commento non ti piace, cassalo pure !
    A bientot …

  5. 😀

    Ps. a titolo informativo : io non ho un blog …sono un NO-BLOGGER e mi piace frequentare i Blog ( circa una dozzina … ) che, a differenza di un @e.book, mi suscitano una emozione, e quello di @Aquilanonvedente ( che è “piucchevedente nel cuore delle Persone molto di più di tantissimi …. ), Re della strada ( padana ) Re della foresta ( pure padana ), per me è così !

  6. Amo la tecnologia, questo è certo ! 😀
    Lo impongono i miei studi di Ingegnere e la mia inclinazione per la Matematica e la Fisica ( che insegno a Ragazzi/Ragazze ‘per diletto’ ), ma soprattutto la mia passione per il Greco-Antico, che mi ricorda che “Tecnologia”, deriva da Tèchne ( = arte, abilità manuale, destrezza, mestiere, professione … ) + Loghìa, da Loghèia ( = raccolta ) . Dunque Tecnologia, è la raccolta, l’ insieme di abilità manuali o procedimenti operativi materiali, utilissimi alla vita umana ma, ahimè, privi di emozione ( se non quella che si ha quando si inventi qualche nuovo procedimento o macchina da impiegare in un determinato processo …. ) . Così, uso il PC per lavorare ( o per comunicare ), o per conoscere ‘al volo’ le cose ( che comunque, se mi interessassero, ricercherei a fondo …. documentandomi “di persona” e studiandomele una ad una, attingendo infine a documenti reali che mi andrei a cercare e a verificare ‘rigorosamente’, non certo guardando a wikipedìa ), e cerco, invece, l’ emozione …. per vivere “da persona”, più che “da robot manovrato da altri”, sforzandomi di conservare il più possibile quell’ originalità che tutti abbiamo e che è bene preziosissimo “per ognuno” di noi . Al contrario, non amo il superfluo, il consumismo becero, le mode effimere la piattezza e l’ inutile …. e, a mio parere “personalissimo” e rispettando chi pensi ed operi in modo diverso, di un @e-book posso fare serenamente a meno, di un @Libro vero, da sfogliare ‘pagina dopo pagina’ sentendone al tatto la consistenza…. mai ! 🙂

  7. non ho detto che l’ebook reader è indispensabile e che tutti debbano procurarselo, ho solo detto che per me è stata una bella scoperta. Lo apprezzo più di quanto avrei pensato di apprezzarlo prima dell’acquisto. 😉

  8. Bene … cara @Ilovy !
    Ma sentiammè …. se devi conservare un fiore, non cercare di farlo baciare dalle pagine di un e-book : quelle, te lo tirerebbero in fronte …. poichè non riconoscono nè i profumi …. nè i sentimenti !!! 😀

  9. Ottima idea … 😀
    Ma un bel giorno … al contrario di un e-book ( che solo ‘a martellate’ si potrebbe eliminare o zompandoci sopra calzando stivali chiodati o sbattendolo al muro o togliendogli l’ alimentazione elettrica … ), i fiori appassiscono … 😦

    il loro profumo …. e la memoria che evocano, no !

  10. E Tu …. ehm … troppo ‘ebbukkika’ ! 😦
    Ma …. EVVIVA la variegata tipologia delle persone che siamo …. poichè, a mio modo romantico di vedere le cose, è dal diverso, più che dall’ omologato, che potremmo sempre estrarre il succo saporoso della vita !!!! 😀

  11. sono d’accordo. Comunque il fatto che ami la lettura su supporto digitale, non vuol dire che nella vita segua la massa e non tenti di differenziarmi.
    Sono due argomenti diversi.
    Comunque adesso scrivo un altro post. 😉

  12. Tu qui @Aquila … ehm … “non” vedente ?!? 😯
    Beh …. mettiti gli occhiali !!! :mrgreen:
    @Cavaliereromantico …

    Ps. E se devi portare un omaggio gradito all’ @Ospitante, anzichè la carta, porta un @e-book …. facente funzione di “carta” … è mooolto più tecnologico!!! 😀

  13. Non capisco perché cavaliere errante la mette sulla mutua esclusione. Io credo che libri ed e-book possano tranquillamente coesistere. A me ad esempio piace rileggere frasi e passaggi di una dozzina di libri a me molto cari. Avendoli tutti in un ebook reader posso innanzitutto consultarli quando voglio, con un peso complessivo da portarmi dietro di un paio d’etti in più. E poi posso usare il search, che mi aiuta ad andare diritto dove voglio. Ma questo nulla toglie al paio di migliaia di libri cartacei che posseggo. E a quelli che, anche se in misura ridotta, continuerò a comprare.
    E d’altra parte, è anche necessario considerare che i media evolvono. Dal graffito su roccia alla tavoletta di cera al papiro alla carta stampata all’ebook. Quello che accomuna tutti questi media è il contenuto. Che resta e rimane nel tempo.
    Per quanto riguarda i fiori, il mio personale suggerimento è di non reciderli e lasciarli sulle loro piante!

    • Sono d’accordo con @wish (già ma non ti ho mai chiesto del tuo nick caro wish). Adoro la tecnologia e non escludo la comodità di un ebook. Però non ne posseggo uno ed ho le identiche resistenze di @cavaliereerrante a separami dalla carta. Quindi si tratta solo di provare. Provare non ha mai ucciso nessuno. Riguardo i fiori, bè lasciamoli alle loro piante! 🙂

      • Allora, il nick. Era il 1997, e facevo il free-lance in TIM, in ambito informatico. Erano gli albori di internet, Internet Explorer non esisteva ancora, era stato appena rilasciato Netscape. Le chatroom italiane erano patetiche, quelle americane meglio. L’inglese lo parlo, così iniziai a frequentarne una americana con il nick WishYouWereHere, canzone mitica dei Pink Floyd che adoro. I pragmatici ammmmmericani iniziarono ad abbreviarmelo in WYWH prendendo le iniziali, siccome non mi piaceva me lo abbreviai d’ufficio in wish. Che tale è rimasto sino allo scorso anno, quando in omaggio a persone che conoscono il mio nome, è diventato wish aka max, dove aka sta per Also Known As (e di solito si scrive nome aka pseudonimo, ma a me piace tanto il contrario!). 😉 Tu dovresti dirmi del tuo…

      • Per l’ebook reader. Ti consiglio caldamente il Kindle Amazon. Il modello base costa 79 euro, la versione touch un centinaio. Il rapporto qualità prezzo è imbattibile. Per il discorso del formato proprietario è una cosa facilmente superabile usando Calibre, un software di gestione ebook che fa tutto, compreso il caffè. Se poi vuoi anche info su dove reperire ebook free, manda email all’indirizzo che trovi nel blog (quello è il mio nome e cognome vero, btw) che è l’email monitorata costantemente.
        Se non vai su Kindle, ti raccomando CALDAMENTE di prendere comunque qualcosa che sia basato su tecnologia e-ink con schermo NON retroilluminato, in modo da non affaticare la vista e darti un’esperienza di lettura praticamente identica a quella della pagina cartacea.

    • Ciao Wish Aka Max. Io concordo con te. Il Cavaliereerrante, l’ho già detto, per me attribuisce più importanza al fattore sentimentale. Ama la carta, tenere un libro in mano. E i gusti sono gusti, niente da ridire! 😉

  14. Solo per dire che uso anch’io il Kindle Amazon da 79 € e mi trovo benissimo. Lo preferisco alla carta stampata. E’ pratico da maneggiare, non occupa spazio e si legge benissimo, anche per molte ore. In un anno ho letto più di 60 libri sul Kindle.

  15. ciao. anch’io sono lettrice sia di libri di carta che di ebook. continuo ad amare i libri di carta e leggo tranquillamente su kindle trovandomi molto bene. come dici tu apprezzo più il libro in quanto contenuto/forma/genere che il supporto che mi permette la lettura. penso che i cartacei non spariranno, così come non sono spariti i vinili, ne la pellicola fotografica. poi ognuno è libero di scegliere ciò che più gli aggrada. buone letture a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...